Archivi categoria: Trucchi e Segreti

La tua azienda è presente nelle mappe del TomTom?

TomTomLe mappe del TomTom sono molto utilizzate e se sei proprietario di un negozio o meglio ancora di un bar, ristorante o hotel dovresti esserci anche tu!

(Da qualche tempo inoltre anche Apple utilizza le mappe di TomTom)

Controlla se la tua struttura è inserita nelle mappe correttamente da questo link http://places.tomtom.com/ e se non la trovi richiedi l’inserimento da qui https://mycompany.places.tomtom.com/company/new

Anche se sei già presente potrai modificare i dati aziendali come la descrizione della tua attività.

100% in Prima Pagina, Zero Penalizzazioni: è Possibile!

100% Clienti SoddisfattiC’è chi impazzisce ad ogni aggiornamento dell’algoritmo di Google…

E poi ci sono i nostri clienti, tutti, costantemente in prima pagina su Google, indipendentemente dalle stagioni, gli update, i raffreddori, le foglie che cadono, lo spread che cresce…. :)

Qual’è il nostro segreto?

Non lo scoprirete mai…

Perché di segreti non ce ne sono!

C’è poco da fare, anzi c’è moltissimo da lavorare: quando segui tutte le norme di Google e fai “solo” quello che è consentito fare, senza scorciatoie o trucchi, allora il lavoro premia sempre, e sempre va inteso in senso letterale, 100%, zero penalizzazioni.

Come apparire in Google News?

Se gestisci un blog, personale o aziendale, sicuramente ti interesserà la possibilità di far “passare” le tue notizie anche per il circuito di Google News.

Puoi immaginare come la visibilità della tua pagina potrebbe impennarsi!

Google legge le notizie da un elenco di partner selezionati (Google non “crea” notizie ma le indicizza)

Diventare un partner selezionato non è difficile ma non è neppure immediato: ecco comunque tutte le informazioni necessarie per fare richiesta direttamente a Google: http://www.google.com/support/news_pub/?hl=it

Il trucco quindi è di conoscere uno o più partner qualificati ed inserire la tua notizia in quel sito.

Come fare a conoscere quali sono questi siti partner?

Non è un mistero: quando effettuate una normale ricerca e tra i risultati notate che viene inserita una news viene sempre citata anche la fonte-

Ecco un elenco di esempio di alcuni siti partner:

  1. http://www.repubblica.it
  2. http://www.ilsole24ore.com/
  3. http://punto-informatico.it

:) Lo sò, ti starai chiedendo: “E come cavolo faccio a far pubblicare le mie notizie sul Sole 24 ore???:)

mmmm, non lo sò!

Però ti svelo un sito dove non avrai problemi a far pubblicare le tue notizie: http://www.a-zeta.it/

Ti assicuro che ce ne sono tantissimi, ora hai capito come “scovarli”…

Cosa fare per essere bannati da Google…

Rispondere a questa domanda è più facile ma non meno importante.

Ecco 3 cose molto importanti che devi fare sul tuo sito web (se vuoi essere bannato!)

1) Riempi il tuo sito di contenuti copiati da altri siti
2) Inserisci testi nascosti
3) Sovraottimizza il codice html

Se adotterei queste soluzioni, o anche solo una di queste, avrai buone probabilità che il tuo sito scompaia dai motori di ricerca…

Se hai già commesso questo errore non disperare: rimetti tutto a posto e vedrai che, piano piano, Google ti perdonerà. Viene quasi sempre data una seconda possibilità, l’importante è non essere recidivi!

Aggiornare un Sito senza Perdere l’Indicizzazione sui Motori di Ricerca

Siamo parlando di una operazione alquanto delicata, che spesso viene non solo sottovalutata ma proprio ignorata.

Questo perché chi crea siti spesso non si intende di posizionamento sui motori di ricerca…
Cari designer, non offendetevi: si tratta di 2 lavori differenti fare siti e “fare SEO”!

Torniamo a noi con un esempio pratico: abbiamo un sito composto da “enne” pagine presente da diverso tempo. Si presume che tutte le pagine siano indicizzate sui motori di ricerca.

Per vedere le pagine indicizzate potete andare in www.google.it (vedremo le pagine indicizzate da questo motore) e scrivere questo comando nella casella di ricerca:

 

Comando per vedere le pagine indicizzate di un sito

Come risultato apparirà l’elenco delle pagine indicizzate del tuo sito.

Se desideri aggiornare l’ideale sarebbe non modificare il nome delle pagine già esistenti (e la posizione se nel sito ci sono sottodirectory): per nome della pagine intendo il link che appare nella barra degli indirizzi del tuo browser:

Url - NomePagina

Se devo solamente aggiornare la pagina “segreti” nel contenuto, ma il suo URL non cambia, allora non ci sono problemi e non c’è assolutamente niente da fare dal lato SEO.

Se però per qualche motivo la pagina viene spostata o cambia nome bisogna dirglielo ai motori!

Perche?

Ecco cosa succede nella pratica:

  1. Oggi aggiorno il sito e sposto la pagina
  2. La pagina è ancora indicizzata in Google: se qualche ricerca segreti in Google vede la pagina e clicca per entrare, ma la pagina non esiste e quindi perderò il visitatore (= potenziale cliente perso?)
  3. Google domani visita il mio sito per vedere se trova novità: vede che la pagina non c’è più, vede anche che ci sono delle pagine nuove: per le nuove pagine avvia il processo di indirizzazione, ma potrebbero volerci dei giorni per far comparire le nuove pagine. Anche le vecchie (che non esistono più) non vengono rimosse immediatamente, perchè Google considera che potrebbe essere un errore temporaneo.
  4. Nei giorni successivi le nuove pagine non vengono visualizzate, continua ad essere visualizzata la vecchia per un pò, poi anche quella viene eliminata da Google e scompare!
  5. Le nuove pagine hanno bisogno di moooolto tempo per recuperare tutta l’ importanza e le posizioni nei motori di ricerca: sono pagine nuove…
  6. Ancor più grave è che tutti i link che puntavano alla vecchia pagina (non solo quelli interni del tuo sito ma soprattutto quelli che hai ricevuto da blog, forum, directory…) sono persi! Appena qualcuno si accorge che i link non sono funzionanti probabilmente li rimuoverà…

Quindi!

Bisogna dire ai Motori di Ricerca che la mia pagina “segreti” è stata spostata dalla directory “tag” alla directory “categorie”?

E come si fa???

Per dire ai motori che la pagina è stata spostata in modo permanente bisogna usare il comando REDIRECT 301: questo comando va implementato diversamente a seconda che il tuo sito sia ospitato su Windows o Linux…

Qui trovate molte informazioni utili su come fare tecnicamente per dire ai motori che avete spostato la pagina (o l’intero sito): Soluzione

Utilizzando il comando sopracitato i Motori di Ricerca capiscono che la pagina è stata spostata e immediatamente (dipende da sito a sito) sostituiscono la vecchia pagina con la nuova pagina, senza perdere posizioni o Pagerank.

Mi raccomando, quando si pubblica il nuovo sito bisogna contemporaneamente avere già implementato questa procedura: non pubblicare mai il nuovo sito e aspettare giorni per “dare istruzioni” ai motori sullo spostamento delle pagine!

Il Numero Verde aumenta la Tua credibilità

Il Numero Verde aumenta la credibilità della Tua azienda, la fa apparire grande e solida agli occhi di coloro che non Ti conoscono.

Indipendentemente dal reale utilizzo che ne fai:

  1. assistenza clienti: un servizio di prim’ordine ai Tuoi clienti
  2. marketing: dai alla Tua azienda un’ immagine e una credibilità
  3. numero ufficiale: usalo per farti contattare da tutti

il numero verde è prima di tutto una questione di Immagine: se lo posizioni correttamente, come se fosse un marchio o un plus, diventerà anche segno distintivo che verrà associato al Tuo logo.

Il numero verde quindi va messo in mostra!

Mettilo su tutte le pagine del Tuo sito (come il logo), sulla firma delle Tue e-mail, ovviamente sulla carta intestata, le brochure dei Tuoi prodotti, sui biglietti da visita.

Oltre tutto da qualche tempo avere un numero verde non richiede costi fissi e contratti. Ci sono aziende che lo offrono gratuitamente, è sufficiente comprare del credito telefonico prepagato.

Le tecniche di posizionamento sui motori

Il segreto più importante e che FUNZIONA SEMPRE

è di creare un sito dai CONTENUTI ORIGINALI (e possibilmente interessanti!)

Devi pensare che i motori di ricerca cercano di ragionare come una persona, e quindi cercheranno di prediligere i siti dai contenuti interessanti, originali e aggiornati.

Per molti siti aziendale rispettare queste 3 regole non è sempre possibile.

Per questo ci siamo noi che con le altre tecniche cerchiamo di aiutare il Tuo sito a posizionarsi ai primi posti dei motori

Gli strumenti “standard” per il posizionamento del sito che mettiamo in campo in breve sono i seguenti:

  1. ottimizzazione del sito
    1. titoli della pagine
    2. descrizioni delle pagine
    3. link interni
    4. tag sulle immagini
    5. formato dei testi/titoli/paragrafi…
  2. installazione di un software per il monitoraggio degli accessi e del comportamento dei visitatori (statistiche degli accessi, Google Analytics)
  3. iscrizione manuale in tutte le directory gratuite (italiane o in base alla lingua del sito): in ogni directory viene usato un titolo ed un testo descrittivo personalizzato!
    Questo “trucco” permette di sfruttare al massimo ogni link verso il tuo sito perché Google lo riconosce come un link spontaneo

Oltre agli strumenti standard ne esistono degli altri, da valutare di volta in volta, come:

  1. l’acquisto di link da directory a pagamento
  2. la scrittura e la diffusione di Comunicati Stampa
  3. la scrittura e la diffusione di Article Marketing
  4. Acquisto e/o produzione di Software e altri contenuti “virali”
    (come la realizzazione e la distribuzione gratuita di un template per WordPress)

Il costo per il servizio di Posizionamento nei Motori varia da sito a sito, perchè diversa è la concorrenza a seconda del settore: vedi le nostre tariffe

Per parole chiave molto difficili come per esempio ”Hotel” viene sempre fatto un preventivo personalizzato in base al Tuo budget e alle Tue aspettative: non sempre conviene voler essere in prima pagina, ci sono valide alternative per otterere un aumento della visibilità.

Siamo tutti servi di Google?

Siamo tutti servi di Google?

  • gli inserzionisti: si diventa matti per capire come fare ad aumentare i visitatori del nostro sito cercando di dare a Google meno soldi possibili
  • i proprietari di siti e portali che ospitano la pubblicità: sempre a studiare come aumentare i visitatori, per avere maggiore possibilità che clicchino sui collegamenti sponsorizzati
  • gli utenti: Google è grande, autorevole e saggio: bisogna fidarsi dei suoi risultati

Ora ricordiamo cosa Google vuole: la migliore esperienza possibile dell’utente

Stringi stringi, Google è il numero 1 perchè ha capito chi comanda, chi fa girare l’economia su Internet.

Il suo genio è stato quello di trovare il modo di dare la migliore esperienza possibile a coloro che muovono € e $ con i loro clic: gli utenti.

Quando ci sforziamo di migliorare i profitti con Adsense o di ottimizzare gli investimenti con Adwords, indirettamente seguiamo quello che dall’inizio Google predica: migliorare l’esperienza dell’utente.

Ecco perché non ci sono trucchi, non ci sono inganni ma, sia con Adwords che con Adsense, i migliori risultati si ottengono se vogliamo assecondando le regole di Google, ma forse più semplicemente cercando di dare una buona esperienza all’utente: cioè contenuti ricchi ed originali, ben esposti, organizzati e lincati a pagine di approfondimento.

Risultati subito con Google AdWords!

Vuoi aumentare già da subito il traffico del tuo sito Internet?

Vuoi dei “navigatori” interessati ai tuoi prodotti?

Si può fare con Google AdWords

Fino a pochi anni fa queste erano da considerarsi delle richieste assurde, invece oggi possiamo grazie alla pubblicità (pay per click) su Internet avere risultati concreti ed immediati.

Puoi fare anche da te, se hai tempo e voglia di studiarti tutti i trucchi del mestiere: https://adwords.google.com/support/?hl=it

Se preferisci un aiuto da una azienda che ha diversi anni di esperienza puoi contattarci.

Se hai letto qualche nostro articolo avrai capito che ogni forma di pubblicità è piena di scomodi dettagli…

Il fai da te è rischioso, se il Tuo tempo è prezioso!

Ogni campagna AdWords dovrebbe:

  1. portare un numero sufficiente di contatti
  2. costare poco
  3. portare utenti interessati
  4. avere un ROI soddisfacente

e monte altre cose che per ora tralasciamo.

Solo un altro messaggio importante che devi assolutamente sapere se vuoi iniziare una campagna da solo:

Il Costo dei Click e la Posizione del Tuo annuncio NON dipendono (solo) da quanto sei disposto a $pendere!

Esiste un punteggio di qualità grazie al quale è possibile posizionare un annuncio davanti ai Tuoi concorrenti spendendo la metà!

Se questo argomento Ti incuriosisce siamo qui, pronti anche solo a discuterne…